Prendersi cura di sè, rigenerarsi, fiorire.

Pratiche di fioritura

Lloyd lo racconta con semplicità: far crescere il tuo progetto (sir or madame) significa curare ciò da cui nasce. Che poi sei tu!
(Alla fine dell’articolo ti aspetta il breve e intenso dialogo tra Lloyd e sir).

Che si tratti di vita privata, di lavoro o di un impegno sociale, il tuo progetto è alimentato dal tuo benessere, dalla tua vitalità, dalla tua creatività.
Invece succede spesso, a tutti noi, di spostare l’attenzione soprattutto sulle condizioni esterne e sfidanti, sulle grandi strategie, sugli obiettivi e i piani di lavoro, sul coordinamento e la gestione delle persone. Ci ritroviamo travolti dal fare, da ritmi incalzanti, da un’agenda che consuma più ore di quante ce ne siano in una giornata.
E perdiamo di vista il fatto che non conta solo cosa facciamo e come lo facciamo, il successo di un’azione dipende anche da una dimensione più profonda: la consapevolezza e la cura del nostro stato interiore.

La cura di sè è fondamentale per prendersi cura di tutto il resto.

Nel mio percorso ho sperimentato molte pratiche di consapevolezza e creatività che oggi propongo come strumenti di ricerca e attivazione delle proprie risorse.
Respiro e meditazione, cammino, movimento creativo e espressione artistica, scrittura e narrazione si stanno diffondendo come buone abitudini nella routine privata di molte persone e persino negli spazi lavorativi!
Non si tratta solo di occasioni per decomprimere lo stress della giornata o della settimana, molte pratiche meditative e artistiche alimentano le nostre energie fisiche, mentali e spirituali, quelle che ci supportano nella ricerca di soluzioni, nell’emersione di un nuovo sguardo con cui osservare la realtà.
Ci aiutano a prendere contatto con limiti e talenti che non ci accorgiamo di avere mentre siamo impegnati a fare, ci aiutano ad attivare competenze emotive e relazionali, stimolano presenza e allineamento, immaginazione e desiderio.

Una pianta non cresce tirandola per i rami, ma curando ciò da cui nasce.

Pratiche di fioritura è una proposta di allenamento al benessere e alla vita creativa.

L’attivazione delle nostre risorse parte dal mettersi in ascolto, dal riconoscere che esistono e che hanno bisogno di essere nutrite. E continua con l’espansione: il fare esperienza di parti di noi trascurate.
Per prendere consapevolezza delle difficoltà e favorirne l’evoluzione, come per connetterci al potenziale perché possa emergere, serve un tempo più lento e uno spazio più morbido di quello che viviamo normalmente.

Sul finire della primavera e l’inizio dell’estate, quando è proprio il momento di sbocciare, parte il primo ciclo di incontri tra respiro, cammino e meditazione.

SABATO 5 GIUGNO
Cammino e Respiro, pratiche di ascolto in natura

DOMENICA 27 GIUGNO
Meditazione dinamica del cuore e respiro circolare, pratiche di espansione

SABATO 10 LUGLIO
Cammino e Respiro, pratiche di ascolto in natura

DOMENICA 1 AGOSTO
Meditazione dinamica del cuore e respiro circolare, pratiche di espansione

h 9.30 – 12.30
Colli di Monfumo, TV – Ca’ Corniani
Ca’ Corniani è un luogo speciale: azienda agricola e cooperativa sociale, fattoria didattica e agriturismo, luogo di passeggiate e di pace.

A cura di Sabrina Fantini e Marta Carlon
facilitatrici di consapevolezza e cratività

Info e adesioni
E’ possibile partecipare all’intero ciclo o a singoli incontri (4 incontri, 100 euro – 1 incontro, 30 euro).

Dopo gli incontri puoi fermarti per condividere con il gruppo un pranzo pic-nic, organizzandoti in autonomia o prenotando il cestino preparato dall’agriturismo.
TEL 347 2535513
MAIL sabrina@frontiereprogetti.com

Per sviluppare i tuoi progetti, ci sono momenti di lavoro intensivo e ci sono pratiche da sperimentare, godere e approfondire, da riportare nella vita quotidiana per migliorare il benessere personale, la qualità delle relazioni e i risultati del tuo impegno.


Da Vita con Lloyd

Lloyd, i miei progetti non vanno come vorrei
Forse li sta prendendo dal verso sbagliato, sir
In che senso?
Una pianta non cresce tirandola per i rami, ma curando ciò da cui nasce, sir
Quel che c’è sotto Lloyd?
Quel che c’è dentro, sir