dna |  focus on |  pedemontana 2019 |  progetti |  newsletter |  contatti
 
Newsletter
Per informazioni sui nostri progetti e notizie sugli eventi che promuoviamo lascia i tuoi dati
 
 
Nasce nella Pedemontana il primo PAES d'area del Veneto



Sarà presentato l’8 maggio a San Zenone degli Ezzelini il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile realizzato da 12 Comuni: i sindaci dell’IPA Pedemontana del Grappa e Asolano si alleano per l’attivazione di una strategia di sviluppo territoriale, verso la green economy. La rilevazione sugli interventi di efficientamento energetico tra il 2010 e il 2013 registra investimenti per 50 milioni di euro, ora si programmano le azioni fino al 2020.


CONVEGNO / Giovedì 8 maggio, ore 17.00

Centro La Roggia / Via Caozocco, 10 - San Zenone degli Ezzelini / Treviso

 

Ore 17,00 - Introduzione

Italo Bosa, presidente Comitato di Coordinamento IPA Diapason

Luigi Mazzaro, sindaco di San Zenone degli Ezzelini - comune capofila

Michele Noal, presidente Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia

Nicola Tognana, presidente Camera di Commercio di Treviso

 

Ore 17,30 - Sviluppo sostenibile: un territorio verso lo Smart land

Federico Della Puppa, Università IUAV Venezia

 

Ore 18,00 - Presentazione del PAES d’area, obiettivi e azioni

Ing. Francesco Marinelli, Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia

Intervento dei Sindaci coinvolti

 

Ore 18,45 - Conclusioni

Massimo Giorgetti, assessore all’energia Regione del Veneto

 

A meno di 6 mesi dalla firma del Patto dei Sindaci, nel dicembre 2013, i 12 Comuni sottoscrittori e l’Intesa Programmatica d’Area Pedemontana del Grappa e Asolano presentano il primo PAES d’area del Veneto, realizzato con il supporto tecnico del Consorzio per lo Sviluppo della Bioediliza e il sostegno della Camera di Commercio di Treviso, dalle Amministrazioni di Borso del Grappa, Castelcucco, Cavaso del Tomba, Crespano del Grappa, Fonte, Maser, Monfumo, Mussolente, Paderno del Grappa, Pederobba, Possagno, San Zenone degli Ezzelini.

Giovedì 8 maggio (ore 17.00) al Centro La Roggia di San Zenone degli Ezzelini (Treviso), il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile sarà proposto in un incontro pubblico, quale strumento per la costruzione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile, centrato su green economy e smart land, capace di stimolare una trasformazione economica, sociale e culturale, oltre che ambientale.

Durante l’incontro, a cui parteciperanno tutti gli attori locali aderenti e la Regione Veneto quale ente di supporto, saranno presentate le azioni di efficientamento energetico già realizzate tra il 2010 e il 2013 e quelle programmate fino al 2020 sul territorio, per arrivare ad un obiettivo molto concreto: la riduzione delle emissioni di CO2 e l’implementazione della produzione di energia da fonti rinnovabili di almeno il 20%, secondo la strategia Europa 2020.  

Il PAES d’area punta ad orientare gli investimenti territoriali pubblici e privati attraverso un documento di programmazione condiviso dai Comuni. Se in tutti gli stati europei, obblighi precisi in tema di energia accompagnano alla scadenza del 2020, attraverso l’adesione al Patto dei Sindaci l’Europa favorisce la pianificazione da parte della PA e incentiva il coinvolgimento diretto dei privati, anche facilitando l’accesso a specifici strumenti finanziari.

 

Anticipiamo alcuni dati rilevati dall’IBE (Inventario Base delle Emissioni), che fotografa la situazione territoriale fino al 2009, anno base su cui programmare le azioni di efficientamento inserite nel PAES d’area (opzione 2) e registra gli interventi attivati tra 2010 e 2013, evidenziando come la green economy possa essere una occasione di rilancio economico e riqualificazione per i territori, mentre le azioni programmate fino al 2020 saranno proposte nel dettaglio durante il convegno. Si  tratta di azioni pianificate dai singoli comuni e di azioni territoriali, come di interventi realizzabili dai cittadini e dalle imprese. Tutti gli interventi saranno integrati con quelli programmati dal Comune di Asolo, che ha già realizzato il proprio Piano.

Ammontano a 50 milioni di euro gli investimenti tra il 2010 e il 2013 nell’area Pedemontana del Grappa e Asolano per interventi di efficientamento energetico, la stragrande maggioranza provenienti da capitali privati. 14 milioni riguardano la riqualificazione edilizia, mentre nel solo settore fotovoltaico sono stati investiti 33 milioni: quasi 12 milioni nel settore residenziale, 4.5 milioni nel commerciale e 17 nel comparto industriale, favoriti dagli incentivi ma realizzati nel pieno della crisi economica.

Nel triennio le Amministrazioni hanno realizzato investimenti per oltre 3 milioni di euro. La produzione di energia da rinnovabili degli impianti pubblici arriva a 203 mega watt/anno e diversi comuni acquistano energia verde certificata, interventi specifici sono stati dedicati a illuminazione pubblica e riqualificazione degli edifici, mentre la realizzazione di piste ciclabili, la piantumazione di alberi e il miglioramento della raccolta rifiuti hanno ridotto le emissioni di CO2.

La rilevazione realizzata dal CSB sul territorio dei 12 comuni ha registrato tutti i consumi energetici e le relative emissioni di CO2.  Il maggior utilizzatore di energia è l’industria, 51% sul consumo totale del territorio, segue la mobilità (22%) e il residenziale (21%), mentre il commerciale impegna il 6%. I consumi energetici delle Pubbliche Amministrazioni sono concentrati su 4 voci: illuminazione, edifici, trattamento delle acque reflue, in piccola parte il parco auto. Solo il 2% delle emissioni di CO2 si deve alla PA. Una percentuale minima che chiarisce come gli investimenti in tema di energia devono guardare al settore privato, per tradursi in risparmi diretti per i cittadini: riduzione dei consumi nel settore residenziale e trasporti e maggiore competitività dei costi energetici per le imprese.

 


corso mazzini 46 . montebelluna tv . tel 0423 614209 .  P.I. 03172400263 - Web agency Active121 - strategia web